BREATH TEST

Che cos’è

Il “test del respiro”, o “breath test” è un test che si effettua sull’espirato che può fornire una notevole quantità di informazioni relative ai processi metabolici in atto nell’organismo. Si tratta di un test non invasivo e può essere effettuato molte volte senza arrecare alcun disturbo.

Breath test in Gastroenterologia

I breath test sviluppati nell’ambito della gastroenterologia permettono di individuare alterazioni del sistema gastroenterico che possono essere causate da infezioni (come la presenza di Helicobacter Pylori nello stomaco responsabile dell’insorgenza di gastriti croniche), contaminazioni batteriche (overgrowth batterico dell’intestino tenue, responsabile di diarrea e/o gonfiore addominale) o da malassorbimento intestinale (intolleranza al lattosio, responsabile di flatulenza, diarrea, gonfiore e dolori addominali).


 

I sintomi d’allarme

Sono i sintomi classici delle malattie gastrointestinali, sono diversi in base alle diverse condizioni cliniche. I disturbi più comuni possono essere: mal di stomaco, reflusso gastro-esofageo, bruciore di stomaco, mal di pancia, diarrea, coliche, gonfiore e dolore addominale.

Informazioni Generali

Come si fa

Il breath test consiste in una raccolta di campioni d’aria espirata effettuata in tempi successivi. L’espirato si raccoglie soffiando in una provetta o in un sacchetto di plastica. Si esegue un prelievo di espirato basale e, subito dopo, si ingerisce un “substrato” che può essere una soluzione di zucchero, una pasticca o una focaccina a seconda del test da fare. Infine, ad intervalli fissi, si raccolgono campioni test che sono in numero variabile in relazione all’esame specifico (da 1 a 18).

Quando

Il test viene effettuato la mattina a digiuno. Alcuni breath test richiedono la sospensione di farmaci e/o di alimenti per cui è necessario conoscere le istruzioni per i pazienti che possono essere richieste al personale dell’accettazione.